genitori

  • Sulla sua pelle

    Oggi ho visto un film. Un film meraviglioso e al contempo terribile che ti lascia in bocca l’amaro dell’ingiustizia e della frustrazione. Che ti fa sperare fino alla fine in un epilogo che non si conosca già, nell’intervento di una forza superiore che possa riavvolgere il nastro cambiando gli eventi. Invece no. Stefano muore, e muore nel peggiore dei modi, schiacciato dagli ingranaggi di un meccanismo che lo stritola senza lasciargli scampo. Sordo…

    leggi di più
  • UN DIAVOLO DA RIVALUTARE

    Leggevo ieri un articolo sull’adolescenza. Questo diavolo che, secondo una nota rivista, andrebbe rivalutato. Sembrerebbe, infatti, che questo intermezzo tanto detestabile e detestato, non sia altro che una preparazione al distacco definitivo tra figli e genitori. Praticamente un preambolo necessario ad attutire il colpo. Quella…

    leggi di più
  • IL DOLORE OLTRE IL DOLORE

    Posso solo immaginare e provare profondo terrore. La morte di un figlio, un evento così innaturale, ingiusto, inconcepibile. Talmente innaturale da scatenare reazioni tanto diverse. Controverse. Mi chiedo. Queste madri, questi padri che perdono figli giovanissimi in frangenti tanto tragici, dove trovano la forza di…

    leggi di più
  • UN PENSIERO A VOCE ALTA

    Perché alcune cose si possono imparare, studiando, mentre altre vanno provate sulla propria pelle. Perché non c’è un manuale sulla vita, una guida che ti consigli come muoverti, quali direzioni prendere, cosa scegliere e quando è il momento giusto per farlo. Perché siamo così liberi…

    leggi di più