Blog post

CHI E’ SENZA PECCATO…

Che poi… Pagare.
Pagare sempre per gli errori commessi. Piccoli o grandi che siano, c’è sempre da pagare.
E il prezzo spesso è troppo caro.
Sbaglia chi lavora, chi ha qualcosa da perdere, chi rischia, chi si mette in gioco.
Sbaglia chi vive un momento difficile, sbaglia chi pensa di non poter sbagliare, sbaglia chi non rispetta le regole e chi le regole le fa.
Tutti sbagliamo.
E tutti ne paghiamo le conseguenze.
Ma, davvero, non esistono attenuanti?
È così vero che ogni errore merita una pena?
È così inderogabilmente giusto pagare sempre e comunque per aver inciampato in un percorso tanto impervio come la vita?
Non lo so.
Tempi difficili i nostri.
Si sgomita per arrivare primi, ma la gioia del successo è tanto effimera da svanire in un secondo.
Vorremmo essere sempre qualcosa di più: più ricchi, più giovani, più belli, più magri.
Affermati, stimati, apprezzati, considerati.
Invidiati. Amati.
Combattiamo battaglie estenuanti e sfinenti per veder riconosciuti i nostri meriti, per aggiudicarci un posto nell’Olimpo di “quelli che contano”.
E certo, sbagliamo.
Commettiamo errori madornali.
Commettiamo errori banali.
E paghiamo lo scotto di un’ambizione ladra e meschina, allettante e invitante come il canto di una sirena.
Si sbaglia. Si cade.
E in coscienza paghiamo. Ma, a quanto pare, mai abbastanza.
Mai interamente.
Siamo così severi, così fiscali, talmente inflessibili da non spingerci mai oltre l’evidenza.
Abbiamo perso la voglia di capire le ragioni, i perché, i motivi occulti di certi gesti.
Condanniamo a prescindere.
Se sbagli paghi.
E il peso del giudizio va a sommarsi a quello della vergogna.
Mi piacerebbe che tornassimo a guardarci negli occhi per riconoscere e distinguere un errore imperdonabile da uno trascurabile.
Mi piacerebbe che il talento, l’ardore e l’impegno tornassero ad avere il giusto peso.
Perché, mi devo ripetere, è tanto facile inciampare nell’impervia scalata della vita.
Chi è senza peccato scagli la prima pietra diceva qualcuno… ?

Commenta questo post

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post precedente Post successivo