Blog post

Benedetta imperfezione

Ormai abbiamo sdoganato tutto. Praticamente tutto. Evviva 😃
Kendal Jenner, una delle modelle più pagate al mondo, sfila ai Golden Globes mostrando il suo acne.
Avete capito bene: ACNE. Brufoli.
Tre bei brufoloni che mai ti aspetteresti di vedere sulla faccia della sorella della divina Kim Kardashan.
Quindi, evidentemente, anche le dee hanno a che fare con faccende poco auliche come l’acne.
E non mi stupirei se al prossimo red carpet la nuova tendenza fosse proprio l’acne in tutte le sue forme.
Perché alla fine, in questo tempo in cui ci vogliono perfette a tutti i costi, in cui non esiste più una foto che non sia Photoshoppata ai limiti del ridicolo, il difetto ti rende diversa, unica, al di là del bello e del brutto.
Prendiamo ad esempio Winnie Harlow, la prima modella affetta da vitiligine a calcare le passerelle. Lei ha sapientemente e furbescamente trasformato un sua “disagio” in una particolarità. Un segno distintivo che la rende unica, inimitabile, ricercatissima.
E allora che sia.
Ben venga questa rivalutazione dei difetti. Questo voler tornare ad essere diversi dagli stereotipi, dai dettami delle copertine, dalla perfezione a tutti i costi.
Viva le curvy in passerella, gli incisivi un po’ distanti, i nasi importanti, le labbra sottili, le gambe storte alla Marcuzzi.
Siamo donne e siamo imperfette.
E finalmente possiamo piacerci anche così!

Buona serata 😊

Commenta questo post

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post precedente Post successivo